BANDO PER N. 15 BORSE DI COLLABORAZIONE STUDENTI LA CUI ATTIVITÀ VERRÀ SVOLTA PRESSO I LABORATORI DIDATTICI, I MUSEI E LA SEGRETERIA DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA E BIOTECNOLOGIE “CHARLES DARWIN”

Martedì, 6 Dicembre, 2022

 

__________________________________________________________________

Consulta il bando QUI.

__________________________________________________________________

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO


VISTO l’art. 11 del Decreto Legislativo 29 marzo 2012 n. 68 modificato dalla legge 11
dicembre 2016 n. 232 (con l'art. 1, comma 291) e ss.mm.ii., che prevede la possibilità
per l’Università di disciplinare con propri regolamenti le forme di collaborazione degli
studenti ad attività connesse ai servizi, con esclusione di quelle inerenti alle attività di
docenza, allo svolgimento degli esami, nonché all’assunzione di responsabilità
amministrative;
VISTO lo Statuto della Sapienza Università di Roma emanato con Decreto Rettorale n.
3689 del 29 ottobre 2012, integrato con Decreto Rettorale n. 2892 del 18.9.2015,
modificato con Decreto Rettorale n.1549 del 15/05/2019;
VISTO il Regolamento per l’attività di collaborazione studenti emanato con Decreto
Rettorale n. 2067/2022 prot. 61138 del 01/07/2022;
VISTO il Decreto Rettorale n. 2076 del 5 luglio 2022 con il quale sono stati attribuiti i
fondi alle Facoltà per l’a.a. 2022/2023 per assegnare le borse di collaborazione,
DISPONE
ART. 1 (Oggetto)
È indetto per l’a.a. 2022/2023 un concorso per l’attribuzione di n. 15 contratti di
collaborazione per attività a tempo parziale (“borse di collaborazione”), da destinarsi
all’attività di supporto presso i laboratori, i musei e la segreteria didattica del Dipartimento
di Biologia e biotecnologie Charles Darwin.
ART. 2 (Destinatari)
Destinatari sono esclusivamente gli studenti iscritti, nell’a.a. 2022/2023, fino al primo anno
fuori corso, ai seguenti corsi di studio di Sapienza Università di Roma:
- Laurea;
- Laurea Magistrale;
- Laurea Magistrale a ciclo unico;
- Laurea Magistrale a percorso unitario.
Disposizione (AOO Periferiche) N. 1198/2022 Prot. n. 0004246 del 03/11/2022 - [UOR: IMP000025 - Classif. VII/1]
Pag 2
ART. 3 (Attività previste)
Le attività di supporto per le quali è prevista la collaborazione sono le seguenti:
 Coadiuvare i docenti nella preparazione del materiale e
nell’organizzazione dei laboratori didattici;
 Coadiuvare i docenti nella preparazione e organizzazione della fruibilità
didattica dei musei;
 Assistenza e orientamento per le attività della segreteria didattica del
Dipartimento
ART. 4 (Durata e periodo di svolgimento attività)
Le prestazioni richieste per la collaborazione sono stabilite in 150 ore, da ripartire in base
alle esigenze interne del Dipartimento di Biologia e biotecnologie Charles Darwin e,
orientativamente, con un impegno orario non inferiore a 2 ore e non superiore, di norma,
a 4 ore giornaliere; da svolgersi nel corso dell’a.a.2022/2023.
Al termine delle 150 ore il rapporto cessa automaticamente, senza necessità di
comunicazione alcuna.
È possibile beneficiare di un solo contratto di collaborazione per ciascun anno
accademico.
ART. 5 (Compenso e modalità di liquidazione)
Per la collaborazione è prevista l’attribuzione di un compenso che è esente da imposte.
Il compenso è pari a € 1.295,00 per 150 ore.
L’importo complessivo del compenso viene liquidato, di norma, in due rate, ciascuna al
raggiungimento di 75 ore di attività di collaborazione.
Nel caso in cui lo studente subentri nell’atto di incarico, il compenso è erogato in un’unica
soluzione al termine dell’attività svolta, qualunque sia il numero residuale di ore lavorate.
Lo studente, in caso di rinuncia o conseguimento della laurea, ha diritto al pagamento
delle ore lavorate se effettuate in numero superiore a 25.
Nel caso di risoluzione dell’atto di incarico per comprovati motivi disciplinari, il beneficiario
non riceverà alcun emolumento.
La collaborazione non configura in alcun modo un rapporto di lavoro subordinato e non
dà luogo ad alcuna valutazione ai fini dei pubblici concorsi.
ART. 6 (Organizzazione dell’attività)
Le prestazioni sono rese secondo le modalità (compresa quella da remoto) e nei periodi
stabiliti dal Responsabile della Struttura al quale è stato assegnato il “borsista”.
Modifiche al calendario dei turni assegnati, che garantiscano in ogni caso i servizi previsti,
possono essere concordate tra i borsisti collaboratori, con successiva comunicazione al
Responsabile della Struttura, che ne prende atto. Sono fatte salve indicazioni diverse,
proposte dal Responsabile della Struttura.
Pag 3
ART. 7 (requisiti di ammissione)
Possono partecipare alla selezione gli studenti che siano in possesso dei requisiti sotto
indicati:
a. Studenti iscritti a corsi di laurea, corsi di laurea magistrale a ciclo unico oppure a
percorso unitario
 nell’anno accademico 2022/2023 essere iscritti a partire dal secondo anno del
proprio corso di studi e fino al primo anno fuori corso;
 aver ottenuto almeno i 2/5 dei crediti formativi universitari previsti dal proprio
percorso formativo, con riferimento all’anno accademico precedente a quello in cui
è indetto il concorso.
b. Studenti immatricolati a corsi di laurea magistrale
 nell’anno accademico 2022/2023 essere immatricolati al primo anno.
c. Studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale ad anni successivi al primo
 nell’anno accademico 2022/2023 essere iscritti a partire dal secondo anno del
proprio corso di studi e fino al primo anno fuori corso;
 aver ottenuto almeno i 2/5 dei crediti formativi universitari previsti dal proprio
percorso formativo, con riferimento all’anno accademico precedente a quello in
cui è indetto il concorso.
A tutti gli studenti è richiesto inoltre il superamento di almeno due tra i seguenti
esami:
- Biologia cellulare (SSD BIO/06)
- Biologia cellulare e Istologia (SSD BIO/06)
- Biologia Molecolare (SSD BIO/11)
- Botanica e diversità vegetale (SSD BIO/01)
- Chimica Biologica (SSD BIO/10)
- Biologia dello sviluppo (SSD BIO/06)
- Genetica (BIO/18)
- Microbiologia (SSD BIO/19)
- Microbiologia generale (SSD BIO/19)
- Zoologia (SSD BIO/05)
- Zoologia sistematica e Anatomia comparata (SSD BIO/05, SSD BIO/06)
Si precisa che:
 in riferimento agli studenti immatricolati ed iscritti ai corsi di laurea magistrale,
per il calcolo del merito è necessario considerare anche la carriera universitaria
relativa al corso di laurea inserendo, nel sistema informatico cui si accede per
compilare la domanda di partecipazione al concorso, tutti gli esami ed i crediti della
carriera relativa alla laurea conseguita, se non acquisiti in maniera automatizzata dal
sistema informatico. I crediti e gli esami vanno inseriti manualmente nel predetto
Pag 4
sistema, con l’indicazione del voto espresso in trentesimi ed il corrispondente numero di
crediti acquisiti. Se la pregressa carriera di laurea non è italiana, la stessa dovrà essere
convertita nel sistema di valutazione italiano e inserita manualmente nel sistema
informatico. Per studenti la cui carriera non è convertibile verrà richiesto il sostenimento
dell’esame SAT (Scholastic Assessment Test).
La domanda di partecipazione al concorso può essere presentata anche prima
dell'effettiva immatricolazione o iscrizione all’anno accademico 2022/2023. In questa
circostanza, in caso di vincita, prima di poter iniziare l’attività di collaborazione è
necessario perfezionare l’immatricolazione o iscrizione entro il termine indicato nel
Regolamento per gli studenti e le studentesse dei corsi di laurea e laurea magistrale
dell’anno accademico 2022/2023.
Tutti i candidati sono ammessi con riserva, sino all’accertamento dei requisiti prescritti e
può esserne disposta l’esclusione, in qualsiasi momento, con provvedimento motivato.
ART. 8 (esclusioni)
Sono esclusi dalla selezione gli studenti che nell’anno accademico 2022/2023:
 sono risultati vincitori di un’altra borsa di collaborazione e abbiano formalmente
accettato l’incarico;
 hanno già presentato otto domande di partecipazione ai concorsi per l’attribuzione di
borse di collaborazione;
 non in possesso dei requisiti di ammissione indicati nel bando di concorso;
 sono in possesso di un titolo universitario, sia laurea di Vecchio Ordinamento (ante
D.M. n. 509/99) che di ordinamento di cui al D.M. n. 509/99 o D.M. n. 270/04, che sia
superiore o di pari livello al titolo che aspirano a conseguire a conclusione del corso
di studio a cui sono immatricolati o iscritti;
 si iscrivono solo a corsi singoli;
 che si sono trasferiti ad altra sede universitaria;
 che hanno rinunciato agli studi;
 che hanno sospeso gli studi;
 che sono iscritti oltre il primo anno fuori corso.
Inoltre, sono esclusi dalla selezione coloro che:
 hanno svolto una collaborazione negli anni accademici precedenti o in quello in cui è
indetto il concorso e sono incorsi nella decadenza dalla borsa di collaborazione a
seguito di infrazioni al codice di comportamento;
 negli anni accademici precedenti o in quello in cui è indetto il concorso hanno
presentato un’autocertificazione non veritiera agli Organi o Uffici dell’Università e che,
pertanto, sono stati esclusi dalla concessione di benefici per tutto il corso degli studi
(art. 10 del D. Leg. n. 68/2012).
Pag 5
ART. 9 (domanda)
La domanda di ammissione al concorso deve essere redatta obbligatoriamente per via
telematica utilizzando il format disponibile al seguente sito web:
https://borsecoll.uniroma1.it/
La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore
23.59 del giorno 5/12/2022
Il concorso richiede la modalità di presentazione online. Lo studente, dopo aver
compilato la domanda dovrà necessariamente inviarla direttamente online, in totale
autonomia. L’invio della domanda da parte dello studente corrisponde alla convalida della
stessa. Lo studente che compila e salva la domanda ma non effettua l’invio non viene
inserito nella graduatoria di merito.
Per informazioni scrivere a:
patrizia.arceri@uniroma1.it
francesca.fantozzi@uniroma1.it
ART. 10 (Calcolo del merito dello studente)
Nel formulare la graduatoria vengono selezionate esclusivamente le domande presentate
dagli studenti che abbiano i requisiti di ammissione e che non abbiano situazioni di
incompatibilità indicate nel presente bando di concorso.
Per gli studenti ammessi alla graduatoria è calcolato il punteggio che costituisce il merito.
La graduatoria è stilata secondo il merito decrescente, in caso di parità di merito prevale
il valore dell’ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio più basso; in caso
di ulteriore parità prevale il candidato più giovane di età.
Sono considerati validi, ai fini del calcolo del merito, gli esami superati ed i crediti ottenuti
fino al momento della compilazione della domanda di partecipazione al concorso.
Gli studenti iscritti in regime di studio a tempo parziale, se in possesso di tutti i requisiti di
ammissione alla graduatoria, sono inseriti alla fine della stessa, secondo il merito
decrescente acquisito e, in caso di parità di merito, prevale il valore dell’ISEE più basso,
in caso di ulteriore parità, prevale il candidato più giovane di età.
Il merito è calcolato sommando i seguenti parametri:
1. la media ponderata dei voti (pesati con i crediti relativi) degli esami sostenuti nel
corso di studio attualmente frequentato e che sono verbalizzati con un voto; sono
esclusi nel calcolo le eventuali idoneità, dissertazioni/elaborati finali e tirocini. La
media ponderata è ottenuta applicando la seguente formula:
Vmedio=i=1NCiVii=1NCi
dove:
N è il numero degli esami sostenuti,
Vi è il voto conseguito nell’i-esimo esame,
Ci sono i crediti assegnati all’i-esimo esame.
Pag 6
Il superamento dell’esame con lode comporta l’attribuzione di un punteggio
aggiuntivo al voto pari a 0,10 per ogni lode conseguita, quindi il voto di 30 e lode
attribuisce un voto pari a 30,10.
2. il rapporto tra i crediti ottenuti e tutti i crediti previsti nel piano di studi fino all'anno
di corso precedente a quello cui si riferisce la borsa, compresi gli esami che
assegnano una idoneità e le dissertazioni/elaborati finali e i tirocini. Il risultato del
rapporto è moltiplicato per 30.
3. il voto degli esami previsti come requisito specifico per partecipare al concorso,
selezionato al momento di compilare la domanda tra quelli indicati nell’art. 7 del
bando.
Nel caso di studenti immatricolati ed iscritti ai corsi di laurea magistrale, i parametri media
ponderata e rapporto tra crediti ottenuti e crediti previsti sono calcolati su tutti gli esami e
crediti formativi universitari conseguiti, sia quelli della carriera attuale (laurea magistrale)
sia quelli della carriera pregressa (laurea).
ART. 11 (Calcolo del merito per studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale con
titolo di laurea straniero non convertibile nel sistema di valutazione italiano)
La valutazione indicata nella certificazione SAT verrà resa in trentesimi, secondo la
seguente formula:
VSatconvertito=V-VminVmax-Vmin*(Imax-Imin)+Imin
Dove:
V è il voto da convertire,
Vmin è il voto minimo per ottenere la certificazione SAT acquisita,
Vmax è il voto massimo previsto per la certificazione SAT acquisita,
Imin è il voto minimo per la sufficienza ad un esame in Sapienza (= 18/30),
Imax è il voto massimo ad un esame in Sapienza (=30/30).
ART. 12 (Valutazione di alcune tipologie di esami/crediti)
Gli esami ed i crediti conseguiti dallo studente immatricolato o iscritto a Sapienza
Università di Roma presso Università estere (nell’ambito del progetto Erasmus+, “free
mover”, Erasmus Mundus ecc.) sono valutati solo se già convalidati o riconosciuti presso
Sapienza Università di Roma.
Nel calcolo della media e del rapporto crediti acquisiti / crediti previsti non concorrono gli
esami di profitto extracurriculari ex art. 6 del Regio Decreto n.1269/38 poiché tali esami
non concorrono al raggiungimento dei CFU previsti per il conseguimento del titolo e non
fanno media.
Pag 7
Nel calcolo della media e del rapporto crediti acquisiti / crediti previsti non concorrono i
corsi singoli se gli stessi non sono stati già riconosciuti nel corso di laurea, laurea
magistrale, laurea magistrale a ciclo unico oppure a percorso unitario al quale lo studente
è immatricolato/iscritto per l’anno accademico 2022/2023.
In caso di corsi integrati (con esami composti da più insegnamenti o moduli), nella
valutazione del calcolo del merito, sono considerati il voto e i crediti conseguiti e
convalidati relativi all’esame finale.
ART. 13 (Penalizzazioni)
Nel calcolo del punteggio del merito lo studente iscritto fuori corso o identificato come
studente ripetente (vedi art. 2 del Regolamento per l’attività di collaborazione studenti)
subisce le seguenti penalizzazioni:
 il valore della media ponderata è ridotto di un punto per ogni anno di fuori corso e/o
di ripetenza;
 il valore del rapporto tra i crediti ottenuti e crediti previsti, dopo essere stato
moltiplicato per 30, è ridotto di un punto per ogni anno di fuori corso e/o di ripetenza.
Il numero di anni di penalizzazione viene calcolato a partire dall’anno di prima
immatricolazione che, ai soli fini del presente Regolamento, viene così calcolato:
 lo studente iscritto prima ad un corso di studi che successivamente si sia iscritto ad
altro corso (per passaggio, trasferimento, o nuova iscrizione con abbreviazione di
corso), dovrà inserire quello di prima iscrizione all’Università (anche se proveniente
da altro Ateneo), se siano stati riconosciuti cfu (crediti formativi universitari) nel nuovo
corso;
 lo studente che abbia effettuato una rinuncia o un passaggio ad un corso di studio in
cui non siano stati riconosciuti CFU, dovrà essere inserire la data di immatricolazione
al nuovo corso di studio.
Per gli studenti immatricolati e iscritti ad una laurea magistrale il calcolo delle
penalizzazioni tiene conto dell’intera carriera Universitaria (I e II livello).
Per il calcolo degli anni fuori corso/ripetente si utilizzano le scadenze temporali
definite dal Regolamento Didattico di Ateneo di Sapienza.
Gli eventuali anni intermedi tra la prima e la seconda carriera universitaria, in cui lo
studente non sia stato iscritto ad alcun corso di studio, non sono calcolati come anni di
penalizzazione.
ART. 14 (Formazione e pubblicazione della graduatoria provvisoria)
La graduatoria provvisoria viene direttamente generata dalla piattaforma informatica
utilizzata per la gestione dei bandi di concorso, in base ai criteri specificati nel bando,
secondo i seguenti indici in ordine decrescente:
1. valore del merito in ordine decrescente;
2. in caso di parità di merito, prevale il valore dell’ISEE per le prestazioni agevolate per
il diritto allo studio più basso;
3. in caso di ulteriore parità, prevale il candidato più giovane di età.
Il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie Charles Darwin, responsabile della gestione
del bando, provvede ad effettuare i controlli e le correzioni non totalmente automatizzabili,
ma rilevati dal sistema informatico.
Pag 8
La graduatoria di merito è pubblicata entro 15 giorni, naturali e consecutivi, dalla data di
scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione.
La pubblicazione avviene sia nel sito web del Dipartimento di Biologia e Biotecnologie
“Charles Darwin”, che in quello di Sapienza Università di Roma a norma di legge.
La pubblicazione costituisce, ad ogni effetto, notifica agli interessati.
Nella graduatoria sono indicati in ordine progressivo, in base al punteggio conseguito, gli
studenti vincitori, gli studenti idonei non vincitori e gli studenti esclusi. Detta graduatoria
provvisoria è resa definitiva qualora dalla data di pubblicazione, trascorsi 5 giorni, non
siano presentate richieste di revisione della stessa.
Il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin” pubblica un apposito avviso
nel quale viene precisato che la graduatoria provvisoria è divenuta definitiva.
In caso di richieste di revisione il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles
Darwin” pubblica un avviso nel quale viene precisata la data entro cui sarà pubblicata la
graduatoria definitiva.
ART. 15 (Istanza di rettifica della graduatoria provvisoria)
Avverso la graduatoria provvisoria lo studente che ha partecipato al concorso può
presentare, tramite email inviata dal proprio indirizzo istituzionale Sapienza, istanza di
rettifica per la correzione di errori e/o omissioni, che deve pervenire al Dipartimento di
Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin” all’indirizzo e-mail: concorsibbcd@
cert.uniroma1.it, improrogabilmente entro 5 giorni naturali e consecutivi dalla
pubblicazione della graduatoria provvisoria.
È nulla l’istanza ricevuta oltre il termine predetto. Nell’istanza devono essere indicati, in
maniera chiara e puntuale, i motivi di richiesta di rettifica della graduatoria.
Il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin” esamina nel merito l’istanza
entro 10 giorni naturali e consecutivi dalla sua presentazione.
In caso di accoglimento si provvede a stilare e pubblicare un avviso con la nuova
graduatoria, che è definitiva.
Non sono previsti ulteriori gradi di ricorso.
La pubblicazione della graduatoria definitiva costituisce, ad ogni effetto, notifica agli
interessati dell’esito dell’istanza di rettifica.
ART. 16 (Atto di incarico)
Il contratto di collaborazione è formalizzato tramite invio di email, all’indirizzo istituzionale
Sapienza dello studente, contenente l’atto di incarico unilaterale sottoscritto con firma
digitale dal Preside/Direttore del Dipartimento.
Lo studente deve accettare l’incarico entro 5 giorni naturali e consecutivi dalla ricezione
dell’email.
Per formalizzare l’accettazione è necessario rispondere all’email ricevuta, confermando
di voler essere assegnatario/a del contratto di collaborazione.
I vincitori che non accettano entro il termine predetto sono considerati rinunciatari e
decadono dal diritto al contratto di collaborazione.
Pag 9
ART. 17 (Scorrimento della graduatoria)
I posti non ricoperti per mancata accettazione o rinuncia, sono assegnati mediante lo
scorrimento della graduatoria. In tal caso l’assegnazione è resa nota ai candidati idonei
chiamati in sostituzione, unicamente attraverso una comunicazione all’indirizzo di posta
elettronica istituzionale Sapienza. L’accettazione o la rinuncia deve essere comunicata
esplicitamente dallo studente entro 5 giorni naturali e consecutivi, pena decadenza,
tramite invio di un’e-mail dal proprio indirizzo istituzionale Sapienza
(cognome.matricola@studenti.uniroma1.it) all’indirizzo dal quale si è ricevuta la
comunicazione.
ART. 18 (Codice di comportamento)
Contestualmente all’atto di incarico lo studente riceve il codice di comportamento, parte
integrante dell’atto stesso.
ART. 19 (Decadenza dall’attività a tempo parziale)
Lo studente decade dallo status di “borsista” nei seguenti casi:
1. conseguimento del titolo di studio. Nel caso particolare di conseguimento del titolo di
studio triennale con successiva immatricolazione ad un Corso di Laurea Magistrale
presso “Sapienza”, la borsa di collaborazione potrà essere sospesa nel periodo
compreso tra la laurea triennale e la successiva immatricolazione e ripresa per
permettere allo studente di terminare l’attività sempre entro la fine dell’a.a. 2022/2023;
2. aver presentato un’autocertificazione non corrispondente al vero agli Organi o Uffici
dell’Università;
3. irrogazione di provvedimento disciplinare più grave della censura riguardante lo status
di studente;
4. mancato rispetto del codice di comportamento;
5. la non ottemperanza al calendario delle attività di collaborazione assegnato per
più di due turni;
6. rinuncia agli studi o trasferimento ad altra Università, Istituto Universitario ovvero altra
Istituzione equiparata all’Università;
7. rinuncia alla borsa, formulata con un preavviso di almeno 30 giorni naturali e
consecutivi, salvo comprovati motivi che non consentano di rispettare il termine
predetto.
ART. 20 (Trattamento dati personali)
I dati personali forniti con la richiesta di partecipazione al concorso sono trattati con la
finalità di garantire il diritto allo studio, attraverso il quale lo studente ha la possibilità di
fruire di agevolazioni, sussidi, borse di studio e servizi per il miglioramento delle condizioni
di studio e di vita.
Tali dati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità istituzionali di Sapienza
Università di Roma e, in particolare, per tutti gli adempimenti connessi all’esecuzione del
bando di concorso.
In relazione al trattamento dei dati, gli interessati possono chiedere al Titolare del
trattamento, ricorrendone le condizioni, l’esercizio dei diritti di cui all’art. 13 agli artt. 15 e
ss. del regolamento UE n. 679/2016 del 27.04.2016.
Pag 10
La pubblicazione della graduatoria provvisoria e definitiva avviene nel rispetto della tutela
della riservatezza e protezione dei dati personali.
Titolare del trattamento dei dati è Sapienza Università di Roma in persona del suo legale
rappresentante pro tempore domiciliato per la carica presso la sede di Sapienza
Università di Roma.
Il Titolare del trattamento ha designato, presso ogni Area e Struttura, propri rappresentanti
che provvedono ad individuare e incaricare ogni unità di personale ad effettuare le
operazioni di trattamento dei dati nell’ambito dello svolgimento della propria attività.
Si riporta nell’allegato “A” del presente bando l’Informativa sul trattamento dei dati
personali in base al regolamento UE n. 679/2016 del 27.04.2016 e al d.lgs n. 196 del
30.06.2003, come modificato dal D.lgs. n. 101 del 10.08.2018, recante disposizioni per
l'adeguamento dell'ordinamento nazionale al regolamento europeo.
ART. 21 (Responsabile del procedimento)
Ai sensi della legge 7 agosto 1990 n. 241 e ss.mm.ii. è responsabile del procedimento
amministrativo il dott. Paolo Valenti, recapito e-mail concorsi-bbcd@cert.uniroma1.it
Il Direttore del Dipartimento
F.to Prof. Marco Oliverio
Pag 11
ALLEGATO
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE N. 679/2016 DEL
27.04.2016 “REGOLAMENTO GENERALE SULLA PROTEZIONE DEI DATI” E DEL
D.LGS. N. 196/2003 “CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI”,
COME MODIFICATO DAL D.LGS. N. 101 DEL 10.08.2018, RECANTE DISPOSIZIONI
PER L'ADEGUAMENTO DELL'ORDINAMENTO NAZIONALE AL REGOLAMENTO
EUROPEO
Titolare del trattamento dei dati
È titolare del trattamento dei dati l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, nella
persona del legale rappresentante pro tempore domiciliato per la carica in Piazzale Aldo
Moro, n. 5, cap. 00185 - Roma
Dati di contatto: rettricesapienza@uniroma1.it
PEC: protocollosapienza@cert.uniroma1.it
Dati di contatto del Responsabile della protezione dei dati:
responsabileprotezionedati@uniroma1it
PEC: rpd@cert.uniroma1.it
Finalità del trattamento e base giuridica
I trattamenti dei dati personali richiesti all’Interessato sono effettuati ai sensi dell’articolo
6 lettera e) del regolamento UE 2016/679, per le seguenti finalità: fruizione di contributi,
agevolazioni e servizi relativi al diritto allo studio universitario nel rispetto del quadro
normativo vigente. I dati verranno utilizzati esclusivamente per le finalità istituzionali
previste, nell’ambito del disposto di leggi, regolamenti o norme contrattuali.
Natura del conferimento dei dati e conseguenze di un eventuale rifiuto
Il conferimento dei dati è obbligatorio. L’eventuale rifiuto di conferimento di dati può
comportare la mancata esecuzione di un compito di interesse pubblico. Il mancato
conferimento comporta l’impossibilità per il Titolare, per il Responsabile e per gli incaricati
di effettuare le operazioni di trattamento dati e, quindi, l’impossibilità di erogare i relativi
servizi e/o corrispettivi e/o agevolazioni richieste. In particolare, il mancato conferimento
dei dati preclude l’instaurazione e la prosecuzione del rapporto con Sapienza Università
di Roma.
I dati personali conferiti sono trattati in osservanza dei principi di liceità, correttezza e
trasparenza, previsti dalla legge, anche con l’ausilio di strumenti informatici e telematici
atti a memorizzare e gestire i dati stessi, e, comunque, in modo tale da garantirne la
sicurezza e tutelare la massima riservatezza dell’interessato.
Natura dei dati personali strettamente necessari per perseguire le finalità descritta
I dati personali raccolti e trattati sono i seguenti:
- dati anagrafici;
- dati relativi alla carriera universitaria;
- dati ISEE per il diritto allo studio universitario;
- dati fiscali e retributivi inseriti on line all’atto di immatricolazione o di iscrizione ad anni
successivi, o forniti tramite autocertificazione documentale;
- dati necessari ai fini dell’erogazione delle borse di collaborazione;
Pag 12
- dati forniti di volta in volta dagli utenti in relazione allo specifico servizio richiesto.
Tali dati vengono trattati esclusivamente per il perseguimento delle finalità istituzionali di
Sapienza, in particolare per gli adempimenti richiesti dalla legge ai fini dell’erogazione
degli specifici servizi richiesti dagli utenti.
Eventuali destinatari o categorie di destinatari dei dati
I Dati potranno essere comunicati a terzi, in conformità alla normativa nazionale ed
europea vigente, in particolare agli Uffici interni di Sapienza.
Periodo di conservazione
Le domande di partecipazione al concorso saranno conservate 5 anni con decorrenza del
termine dalla data dell’ultimo atto presente nel fascicolo. Il bando di concorso e gli atti
relativi alla procedura di espletamento del concorso avranno conservazione illimitata.
Diritti dell’interessato
Si informa che l’interessato potrà chiedere al Titolare del trattamento dei dati,
ricorrendone le condizioni, l’accesso ai dati personali ai sensi dell’art. 15 del
Regolamento, la rettifica degli stessi ai sensi dell’art. 16 del Regolamento, la
cancellazione degli stessi ai sensi dell’art. 17 del Regolamento (ove quest’ultima non
contrasti con la normativa vigente sulla conservazione dei dati stessi e con la necessità
di tutelare, in caso di contenzioso giudiziario, l’Università ed i professionisti che li hanno
trattati) o la limitazione del trattamento ai sensi dell’art. 18 del Regolamento, ovvero potrà
opporsi al loro trattamento ai sensi dell’art. 21 del Regolamento, oltre a poter esercitare
il diritto alla portabilità dei dati ai sensi dell’art. 20 del Regolamento.
Modalità di esercizio dei diritti e reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei
dati personali
Fermo restando quanto sopra specificato, l’interessato può far valere i suoi diritti ai sensi
degli articoli 15-22 del GDPR utilizzando i dati di contatto indicati a pag. 1 della presente
informativa. Per ulteriori informazioni, può consultare il Vademecum per l’esercizio dei
diritti pubblicato sulla pagina web https://www.uniroma1.it/it/pagina/settore-privacy
nell’apposita sezione “Esercizio dei diritti in materia di protezione dei dati personali”.
In caso di violazione delle disposizioni del Regolamento, Lei ha altresì il diritto di proporre
reclamo all’Autorità di controllo ai sensi dell’art. 77 del Regolamento. In Italia tale
funzione è esercitata dal Garante per la Protezione dei dati personali
(https://www.garanteprivacy.it).
La partecipazione al concorso con le modalità di cui al presente bando implica la
presa di conoscenza della suddetta informativa.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma